UN PAREGGIO CHE VALE PIÙ DI UN SEMPLICE PUNTO.

(EB) Nel gioco del calcio il risultato di parità è da sempre soggetto a diverse interpretazioni. In questo caso si tratta di un pareggio prezioso e che deve davvero soddisfare tutti.

Una partita molto difficile, quella che attendeva i ragazzi di Tami in quel di Brunnen, e per diversi motivi.

Dapprima il pullman della squadra che è rimasto intrappolato dell’intenso traffico del rientro dei vacanzieri, con conseguente ritardo in arrivo e posticipo dell’inizio partita di 45 minuti. In seguito le condizioni ambientali, diametralmente opposte a quelle di domenica scorsa al Comunale (quasi 20 gradi in meno -!!! – e una pioggia gelida da fine autunno per tutta la durata della gara). Infine alcuni infortuni (che ci auguriamo ovviamente di lieve entità) che hanno costretto l’allenatore a dover sostituire metà dello schieramento difensivo, che contava già due importanti defezioni prima della patita. Chi mastica calcio sa bene quanto possa essere delicato dover modificare in blocco lo schieramento arretrato.

E qui confermiamo la nota lieta già evidenziata la scorsa settimana. Ben 4 giovanissimi sono stati gettati nella mischia (Lago Mille in attacco, Matic, Fomasi e Cavadini in difesa, quest’ultimo in campo per tutti i 90 minuti!). e tutti hanno svolto egregiamente il proprio compito, per nulla semplice ed evidente. L’esperienza che stanno maturando questi ragazzi sarà un grande investimento per la Società, che sta confermando appieno i proclami di inizio stagione di puntare prettamente sui giovani locali.

Il Brunnen si è dimostrata squadra quadrata, che si è notevolmente rinforzata rispetto alla passata stagione.

La partita è stata molto combattuta, giocata ad un ritmo nettamente superiore rispetto alla partita di esordio contro i Kickers lucernesi. Le condizioni climatiche e del terreno non consentivano ovviamente grandi giocate tecniche, percui a prevalere sono stati il grande agonismo, il grande carattere e la grinta messi in campo da ambo le compagini.

Dopo un primo tempo molto equilibrato, nella ripresa i locali hanno forzato il ritmo e si sono creati alcune buone occasioni, sempre comunque ben contrastate dalla difesa Momò e da un Cataldo sicuro nei diversi interventi in cui è stato chiamato in causa.

Alcune mischie in area, nel concitato finale, hanno fatto temere il peggio ma la porta mendrisiense è rimasta inviolata.

E all’ultimo minuto quasi ci scappava la beffa (per i locali) con il Mendrisio ad un nonnulla dalla rete della vittoria.

Un punto importante, per la classifica e per il morale della squadra, che tra qualche partita potrà inoltre riavere a disposizione alcune fondamentali pedine nel settore offensivo. Il prossimo impegno dei bianconerorossi è previsto per sabato 05 settembre alle ore 18.00 al Cumunale di Mendrisio. Si tratterà del primo di una lunga serie di derby cantonali. Ospite la squadra del Team Ticino U21. Due squadre giovani, composte da giocatori prettamente locali e che meritano senz’altro una degna cornice di pubblico.